descrizione immagine

Itinerario di 4 giorni

Calabria: dalla montagna alla costa

descrizione immagine

L'esperienza

Benvenuti in un viaggio attraverso le radici profonde della Calabria, un’esperienza avvincente che si snoda tra i paesaggi mozzafiato del Parco Nazionale della Sila, le tradizioni vibranti di Cicala e Taverna, la storia ricca di Catanzaro e la bellezza unica del marmo verde di Calabria.

Partendo dal Parco Nazionale della Sila, un gioiello naturale tra boschi secolari e sentieri antichi, la prima tappa del viaggio è Villaggio Mancuso, il residence più suggestivo della Sila, che trasuda una magia avvolgente con le sue baite. Il viaggio prosegue al MABOS, il Museo del Bosco della Sila, un gioiello immerso nella magia millenaria, che celebra l’arte immortale della Sila. I vostri passi vi porteranno attraverso una connessione profonda con il passato, le tradizioni vivide e la cultura pulsante di questa terra unica.

A Cicala, nel cuore vibrante della Pre-Sila Catanzarese, l’escursione guidata svela il monumentale castagno e il castagneto dei monaci Basiliani. Si prosegue con un racconto guidato attraverso la storia della migrazione locale. L’esperienza continua con corsi di italiano e laboratori di cooking class, creando prodotti tipici locali. A Taverna, le opere del pittore secentesco Mattia Preti prendono vita nel museo Civico, a testimonianza di un legame profondo tra l’artista e la sua amata terra. Mentre la Chiesa di San Domenico ospita opere di artisti illustri, un viaggio nella storia e nell’arte di una comunità accogliente.

A Catanzaro, se siete appassionati di storia locale e documenti originali, esplorate l’Archivio di Stato per scoprire le vostre radici familiari, quindi immergetevi nelle gallerie sotterranee del San Giovanni, un viaggio attraverso il tempo che offre al viaggiatore una prospettiva unica sulla storia e la spiritualità della città. La giornata prosegue con un pranzo in un ristorante tipico, assaporando piatti che raccontano storie di antichi sapori. Sulla Costa degli aranci, la perla dello Ionio, Soverato, vi accoglie tra spiagge bianche e scogliere, seguite dalla visita al borgo medievale di Squillace e al Parco Archeologico della Roccelletta di Borgia Scolacium, culminando in una cena presso un locale marinaro.

A Gimigliano, esplorate la peculiarità del paese attraverso la pietra verde locale, visitando l’ex cava del marmo verde e il Museo della Pietra. La giornata prosegue a Lamezia Terme, dove il Museo Diocesano vi avvolge con la sua ricca collezione di oggetti liturgici e opere d’arte. Il tour si conclude con una deliziosa pausa pranzo e il trasferimento presso l’aeroporto o la stazione centrale, portando con voi i ricordi di un viaggio che ha toccato le vostre radici più profonde.

In questo itinerario, ogni tappa è un’opportunità per connettersi con la storia, la natura e le tradizioni di questa terra straordinaria, offrendo un’esperienza indimenticabile ai viaggiatori delle radici.

In pillole

Cooking class
Musei
Radici
Natura
Borgo storico
Trekking
Biodivercity
walking tour
tradizioni

Itinerario

Parco Nazionale della Sila - Villaggio Mancuso

Nel cuore della magnifica Calabria, tra boschi secolari e paesaggi mozzafiato, si cela un gioiello naturale e culturale: il Parco Nazionale della Sila. Qui, le radici profonde della tradizione si intrecciano con la bellezza selvaggia della natura, creando un’esperienza unica per il viaggiatore delle radici. Camminando attraverso i sentieri antichi, avvolti dalla maestosità dei pini larici e dagli abeti secolari, si percepisce immediatamente la forte connessione tra l’uomo e la natura. Un posto da non perdere è Villaggio Mancuso, il residence più suggestivo tra quelli della Sila, che fu ideato negli anni ’60 dall’imprenditore omonimo. Questo incantevole complesso, composto da baite ed edifici fiabeschi, gode della protezione del Segretariato regionale del ministero della Cultura. Questo atto di tutela, il più ampio mai emanato in Calabria, è finalizzato a preservare, difendere e valorizzare uno dei luoghi più affascinanti del Meridione, conferendogli uno status unico in Italia.


Indirizzo: Villaggio Mancuso – Loc. Monaco – Taverna, CZ, Italia

MABoS

MABoS Il Museo del Bosco della Sila si presenta come un autentico gioiello, immerso nella magia millenaria di questo luogo incantato. Oltre a essere una destinazione per gli amanti della natura, si trasforma in un suggestivo rituale di connessione con le radici profonde di questa terra affascinante. 

Si tratta di un parco espositivo e laboratoriale che fonde arte e natura. Accessibile gratuitamente giorno e notte, il museo ospita opere d’arte in continua espansione dal 2017. Durante la visita, si possono incontrare artisti in residenza, partecipare a eventi culturali, talk e laboratori didattici per tutte le età. Un luogo dinamico dove l’arte prende vita nel cuore della Sila.

Il Museo d’Arte del Bosco si svela tra gli alberi come un custode delle storie antiche, offrendo una connessione profonda con il passato. Qui, il passato e il presente si intrecciano, creando un luogo dove le radici del viaggiatore si nutrono di emozioni profonde, tradizioni vivide e la cultura pulsante di una terra che continua a respirare attraverso i secoli.

Indirizzo: Loc. Granaro, Sorbo San Basile, CZ, Italia

Cicala

A Cicala, nel Cuore Vibrante della Pre-Sila Catanzarese, il viaggiatore delle radici si trova  immerso in un’atmosfera avvolgente, dove le tradizioni e la cultura si fondono armoniosamente per creare un connubio unico nel suo genere.Un’escursione naturalistica guidata ,svela l’antico castagno monumentale e il suggestivo castagneto dei monaci Basiliani. Accompagnati da un’esperta guida locale, i partecipanti si immergono  nella storia della migrazione  di Cicala. La giornata prosegue con corsi di italiano e laboratori di cooking class presso una bottega artigianale, nella quale i viaggiatori delle radici possono creare prodotti tipici locali.  Un viaggio a Cicala è quindi  un viaggio nel passato, nel presente e, soprattutto, nel cuore di una comunità che accoglie ogni viaggiatore come un membro della propria famiglia.

Indirizzo: Loc. Cicala, Sorbo San Basile, CZ, Italia

Taverna

Taverna che affonda le sue radici ai tempi della dominazione greca lega indissolubilmente il suo nome a quello del pittore secentesco Mattia Preti. Qui, ogni angolo racconta la magia di Mattia Preti, le sue opere sono testimonianze tangibili di un’epoca lontana, un legame tra l’artista e la sua amata terra. Tra le mura del museo Civico di Taverna, le opere dell’artista prendono vita, rivelando la maestria di un artista che ha lasciato un’impronta nel patrimonio culturale della città. Una visita merita, anche, la Chiesa di San Domenico, uno dei monumenti seicenteschi più importanti della Calabria,  all’interno della quale è possibile ammirare le opere di Giovan Battista Ortega, Gregorio Preti, Giuseppe De Rosa, Francesco Ferrazzano.

Indirizzo: Taverna, CZ, Italia

Catanzaro

Catanzaro: La visita nella città di Catanzaro inizia dall’archivio di stato della Provincia, dove i viaggiatori delle radici potranno conoscere la loro storia familiare.  La visita continua nelle gallerie sotterranee del San Giovanni, risalenti al lontano 1070. Si tratta di cunicoli che si estendono sotto la città, da chiesa a chiesa, attraversando i tre colli che ospitano il capoluogo ad una quota di circa venti metri sotto la quota del piano esterno. Lungo questo sistema viario sotterraneo, incroci e quadrivi si rivelano come nodi di un tessuto culturale intricato. Le entrate e le uscite, come porte del tempo, si aprono su panorami intrisi di storia e spiritualità. La calma di questo sottosuolo contrasta con il caos vibrante della città sopra di esso, offrendo al viaggiatore una prospettiva unica e coinvolgente. La giornata prosegue con un pranzo in un ristorante tipico, dove il viaggiatore delle radici può assaporare piatti che raccontano storie di antichi sapori tramandati di generazione in generazione.

Indirizzo: Catanzaro, CZ, Italia

Costa degli aranci

Sulla Costa Ionica Catanzarese troviamo Soverato, la perla dello Ionio. Tra ampie spiagge di sabbia bianca fine, tra le coste frastagliate e le scogliere di granito che si alternano lungo la costa tra Squillace e Montauro, si trovano le incantevoli spiagge di Copanello, Caminia e Pietragrande. La spiaggia di Caminia, incorniciata dalle scogliere, è un vero paradiso per i sensi. Nelle vicinanze si trovano le Vasche di Cassiodoro, un luogo storico dove un tempo venivano allevati pesci. Questo sito acquatico ha un significato storico, legato al Vivarium fondato qui, che comprendeva una biblioteca, uno scriptorium e un centro di copiatura di documenti importanti. A breve distanza, sulla costa di Copanello, si estendono ampie spiagge sabbiose con fondali bassi. Poi, immergendosi nell’atmosfera medievale, si può visitare il borgo di Squillace, noto per la sua forte tradizione artigianale. Il Castello, maestoso e ben conservato, sovrasta il centro abitato, offrendo viste panoramiche sulle bellezze paesaggistiche e artistiche della zona.

Abbandoniamo Squillace per esplorare il Parco Archeologico della Roccelletta di Borgia Scolacium, luogo di grande valore storico. Cena presso locale marinaro.

Gimigliano

Gimigliano è un paesino sul versante meridionale della Sila Piccola. La sua peculiarità risiede nella straordinaria e unica presenza della rinomata pietra verde locale, visibile in chiese, strade, palazzi, balconi, muri di cinta o di contenimento, gradini e decorazioni. La visita del paese inizia in un’ex cava del marmo verde di Calabria, grazie alla collaborazione con la proloco. La conoscenza di questa importante pietra continua con la visita presso il Museo della Pietra di Gimigliano. Questo Museo assume, pertanto, un ruolo essenziale nella promozione della storia e delle  radici culturali del paese. Dopo questa immersiva esperienza, ci concediamo una pausa gustando un delizioso pranzo presso un ristorante tipico locale. 

Indirizzo: Gimigliano, CZ, Italia

Lamezia Terme

La visita della città di Lamezia Terme inizia dal Museo Diocesano, situato nel Palazzo del Seminario Vescovile di Lamezia Terme. Il museo ospita una ricca collezione principalmente di oggetti liturgici. La sua esposizione è considerata una delle più significative tra i musei diocesani della Calabria, con oggetti di notevole valore artistico e manifatturiero. Suddiviso in sette sezioni, l’allestimento presenta opere e oggetti realizzati tra il XV al XX secolo. Tra le opere, non mancano attestazioni della scuola roglianese che a partire dal XVI secolo diedero vita ad una produzione locale di alto valore artistico documentata in diversi siti della Calabria. Particolarmente degna di nota è la statua in marmo della Madonna col Bambino, conosciuta come Madonna delle Grazie, proveniente dall’antico Convento delle Clarisse di Nicastro e attribuita a Domenico Gagini. Al termine del tour, trasferimento presso aeroporto o stazione centrale.

Indirizzo: Lamezia Terme, CZ, Italia

parti subito

Lasciati guidare nel tuo viaggio verso le Radici

Non perdere l'opportunità di esplorare i luoghi che hanno plasmato le tue origini, richiedi senza impegno un itinerario su misura.

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.